domenica 21 gennaio 2018

Sindaco e maggioranza in affanno, provano lo scossone. Travagliante Vice Sindaco

Calogero Travagliante diventa Vice Sindaco di Caronia

Doveva essere il Sindaco della discontinuitá dalle precedenti amministrazioni, adesso prova ad essere discontinuo da sè stesso. Dopo un'intensa opposizione politica e sociale che gli ha rimproverato numerosi passi falsi e una sostanziale assenza di dialogo costruttivo, il Sindaco D'Onofrio chiama Calogero Travagliante in Giunta in qualitá di Vice Sindaco. Uomo del dialogo unanimemente apprezzato, saprá Travagliante far cambiare il passo all'Amministrazione Comunale?
Pubblichiamo le appassionate dichiarazioni programmatiche del neo Assessore e Vice Sindaco, con il sincero augurio di buon lavoro in un momento che riteniamo di grave difficoltá esistenziale del Comune di Caronia, sotto il profilo politico, economico e sociale.

«Questa sera mi corre l'obbligo di ringraziare innanzitutto tutta la comunitá e per "tutta" intendo cittadini parenti ed amici vicini e lontani che, dopo aver appreso la notizia della mia nomina ad Assessore con la delega di Vice Sindaco, numerosi hanno manifestato tutto il loro affetto, incoraggiamento e vicinanza per questo prestigioso e difficile incarico che mi accingo a ricoprire.
Detto ciò non posso esimermi dal ringraziare sia il Sindaco che tutto il gruppo di maggioranza che hanno voluto darmi la fiducia per il suddetto incarico, voglio chiudere i ringraziamenti chiamando in causa il mio predecessore Biagio Manetto, persona perbene che sicuramente fino a quando ha potuto ha svolto il suo compito con spirito di sacrificio ed abnegazione conseguendo buoni risultati, a Gino auguro le migliori fortune e tanta salute. Preciso subito che non ho tempo per i festeggiamenti ma sento forte il bisogno di mettermi subito a lavorare per affrontare ed espletare tutte le attivitá derivanti dalle deleghe attribuitemi, che reputo importanti ed allo stesso tempo molto impegnative.

Considerato che il nostro paese sconta una divisione sociale molto marcata che non produce alcunchè di costruttivo, il primo passo che compirò sará quello di cercare di portare il gruppo politico di opposizione, tutte le associazioni, i sodalizi, le maestranze ad un dialogo leale, sincero e costruttivo che abbia quale scopo precipuo solo il bene comune (e non certo le divisioni intestine).

Il paese di Caronia, per le bellezze paesaggistiche e naturalistiche nonchè per le tradizioni che lo connotano, nel panorama Nebroideo non è secondo a nessuno, occorre soltanto ritrovare quel senso di appartenenza, quel cammino comune onde poter vivere una nuova stagione all'insegna della pace, della prosperitá e del benessere.

Detto ciò, le sfide da affrontare sono molteplici; ad esempio:
  1. la questione del polo scolastico, la quale assume primaria importanza stante la mancata realizzazione del secondo lotto funzionale riguardante la mensa, la palestra e l'auditorium.
  2. non meno importante risulta la questione inerente l'emergenza in cui versa la frazione di Marina, la quale a causa dell'interruzione della Strada Statale e del conseguente dirottamento del traffico sulla Strada Provinciale che attraversa in lungo il centro abitato, pone seri problemi sotto il profilo della sicurezza atteso che tale traffico - compresi i mezzi pesanti - oltre ad aver provocato delle pericolosissime voragini nel manto stradale, sta arrecando ingenti danni sia alla rete fognaria che alla rete idrica. Bisogna far presto prima che si giunga al collasso o che addirittura si consumi la tragedia. Sarebbe opportuno convocare un tavolo tecnico e mettere ognuno di fronte alle proprie responsabilitá.
  3. Ancora, assume la medesima importanza, la questione del Piano Regolatore rispetto alla quale appare doveroso verificare lo stato dell'arte ed interessare chi di competenza affinchè il Comune sia dotato, entro brevissimo termine, di uno strumento tanto importante per l'economia e lo sviluppo e nello stesso tempo affrontare in maniera decisa il problema dell'erosione della costa che sta mettendo a dura prova tante abitazioni della frazione Marina cercando di captare i finanziamenti per il ripascimento.
  4. Inoltre, sempre attuali, risultano le problematiche cimiteriali rispetto alle quali ritengo doveroso fare la piú ampia chiarezza.

Soprattutto in relazione alla questione che vede interessato il Comune ed alcuni cittadini in merito al rinnovo dei loculi. È necessario mettere in campo tutte le risorse sia economiche che mentali per dotare il cimitero di nuovi loculi e laddove possibile renderlo piú fruibile e sicuro soprattutto alle persone anziane.

Qui però devo chiedere un po' di pazienza perchè in questi giorni sono cambiati i compiti dei capi area e tra chi è andato in pensione e chi si occuperá di altri ambiti operativi ritengo opportuno oltre che doveroso venga concesso un po' piú di tempo.

Le deleghe sia all'agricoltura che alla zootecnia assegnatemi dal Sindaco, vi dico sin da subito che mi vedranno sempre impegnato e attento, perchè esse rappresentano parimenti al turismo settori importanti per il lavoro e lo sviluppo della nostra economia.

Sará mia cura incontrare gli allevatori e operatori del settore "ONESTI" per fare il punto della situazione e portare la solidarietá di cui hanno bisogno

Potrei parlare ancora a lungo perchè molteplici sono i problemi che attanagliano la nostra comunitá, ma non voglio essere prolisso per evitare di correre il rischio di annoiarvi.
Auspico la collaborazione di tutti, soorattutto degli impiegati a cui riconosco un ruolo fondamentale nel superamento delle problematiche e nella realizzazione degli interventi sopra elencati; soltanto cosí le parole non saranno buttate al vento ma si tradurranno in fatti concreti.

Ricordo, altresí, a tutto il personale che opera nell'Ente che lo stesso riceve regolare retribuzione e, dunque, poichè nel mondo del lavoro si hanno diritti e doveri, lo svolgimento dell'attivitá lavorativa deve assolutamente prescindere da eventuali simpatie ed antipatie.

Lavorare per il proprio paese deve essere un piacere, un onore e vi posso assicurare che io questi sentimenti e questi valori da cittadino Caronese li pratico giá dal 1990 all'Istituto Tecnico Agrario che insiste nel nostro territorio.

Ad ogni buon fine vi esorto, cari amici ed impiegati del nostro Comune, di lavorare con armonia e di affrontare il quotidiano impegno a cui siamo chiamati con i medesimi valori poc'anzi richiamati.
Viva Caronia e tutti i Caronesi. Grazie.
Affettuosamente Calogero Travagliante».

Lascia il tuo commento su Caronia, Nebrodi
EmoticonEmoticon